Relazione bilancio 2016

Il Bilancio consuntivo dell’esercizio 2016 mostra piccole variazioni nelle cifre dei beni strumentali perché si è deciso di eliminare quelli non più in uso.

Presso la Banche i saldi sono attivi, è stato restituito poco più dei 2/3 del mutuo (pari a 79 rate su 96), acceso presso la Banca di Credito Cooperativo della Bassa Friulana a copertura finanziaria dell’impianto fotovoltaico. La situazione economica per ora è positiva. Come già sottolineato più volte in passato, la presenza o l’assenza di un ospite riesce a squilibrare entrate e uscite della gestione della comunità. Se a questo si aggiunge la crisi economica generale che ha portato ad una diminuzione significativa delle entrate e dei contributi sia pubblici sia privati, il risultato di esercizio non può essere che risicato. Continua ad essere erogato il contributo per l’impianto fotovoltaico da GSE, quest’anno per €. 7.918,82.

I crediti vs/AAS n.3,4,5, Comuni e privati sono pari a €. 152.656,67 e si riferiscono alle prestazioni di accoglienza, di attività, di sollievo e emergenza di novembre e dicembre.

Il totale dei beni di proprietà de La Pannocchia ammontano a €. 2.240.543,93. Rispetto all’esercizio precedente, sono stati acquistati un moto-med (cicloergometro) per sviluppare i muscoli delle gambe dei disabili spastici.

Il valore degli arredi e attrezzature, beni di proprietà della Pannocchia ed in uso ai ragazzi del CSRE e presso l’associazione I Nuovi Vicini, è di circa €. 20.000,00, dopo aver eliminato i beni inservibili.

Tra i Crediti diversi sono iscritti quelli ancora da incassare relativi ai contributi richiesti sulla L.48/96 e concessi all’associazione dalla Provincia, per €. 356,29. Il contributo dei Comuni per i soggiorni estivi 2016 non sono stati ancora quantificati né erogati.

Per fortuna ci sono persone di buon cuore che ci aiutano, secondo le loro possibilità.

Nelle passività, la voce Fondo Spese per Costruzione, arredi e attrezzature per “Una Finestra sul Futuro” di €uro 1.501.754,61 è pari ai contributi erogati dal Ministero L.162/98, dalla Regione, Provincia e dai Comuni per la costruzione della struttura, approvata da tutti i partecipanti e di proprietà dell’associazione; esso costituisce una riserva intoccabile.

I fondi per beni strumentali sono dati dalle quote calcolate sull’eccedenza tra l’importo delle varie attrezzature acquistate ed i contributi pubblici ricevuti; si prosegue l’ammortamento della struttura e dei mobili e attrezzature per la Comunità residenziale.

I debiti verso fornitori ancora da pagare sono di €uro 53.799,51 relativi a spese per servizi assistenziali, di ristorazione e pulizie, riscaldamento, luce, telefono e varie di dicembre. Quelli verso dipendenti e Enti contributivi sono pari a €uro 13.051,21, anch’essi relativi al mese di dicembre 2016 e comprensivi dei ratei per il 2017.

Il patrimonio netto di €. 439.846,90 é dato dalla somma algebrica dei risultati di gestione dal 1996 al 2015 compresi.

Il risultato di gestione 2016 é positivo per €. 45.959,30, in quanto si è deciso di attendere ancora qualche tempo prima di girare a perdite su crediti la somma pagata per l’ipoteca dell’immobile del lascito testamentario.

Nel corso del 2016 si sono percorsi circa km.20.500 per trasporti degli ospiti a casa, ai vari centri diurni, per uscite ludiche e per soggiorni organizzati.

Le entrate nel 2016 sono state:

- quote associative con integrazioni varie, pagate dai familiari degli ospiti e da associati volontari pari a €. 1.863,00.

- contributi da privati, ditte, banche, associazioni per €. 31.835,92 e da Enti Pubblici (Regione, Provincia, Comuni) per €.12.981,47: €. 1.200,00 dalla Regione FVG per acquisto di computer e stampante; la Provincia ci ha concesso un contributo di €uro 1.781,47 ai sensi della L.R. 48/96. I servizi sociali dei comuni dell’Ambito non ci hanno erogato il contributo concesso a supporto dei soggiorni organizzati dall’associazione nel 2016, ma la quota del 2015 per €. 10.000,00. È comunque deliberato e sarà pagato a febbraio.

- Il 5 ‰ dell’IRPEF 2013, pari a 14.247,77 €. ci è stato accreditato in novembre; come deliberato nell’ultimo Consiglio Direttivo 2016, è stato destinato a copertura di una parte del costo del personale (dicembre, tredicesima, TFR liquidato, contributi di dicembre per €. 9.589,57), da due fatture della psicologa Raffaella Snaidero per il progetto “A caccia di farfalle”, (Gruppo di ascolto per i disabili e le loro famiglie, pari a €uro 1.120,00) e a parziale saldo della fattura della responsabile della FAI per €. 3.538,20;

Il GSE nel corso dell’anno 2016 ci ha accreditato in banca €. 7.918,82 per l’impianto fotovoltaico, grazie ai tanti giorni sereni nell’anno.

- iniziative dell’associazione per €. 46.014,90; le somme ricavate dalla Festa dei 70 anni, Festa per la 24* Giulietta e Romeo, festa di Inizio Estate e S. Simone, i mercatini natalizi e la Festa di Natale sono servite a finanziare in parte le iniziative a favore dei ragazzi (feste speciali, incontri conviviali e musicali, soggiorni vari, attività motorie diverse, piscina all’aperto, percussioni, legno, mosaico, pittura e ceramica, oggettistica, ecc.).

- rette per €. 656.638,85 per le accoglienze nella struttura, pagate da A.A.S. n.3 “Friuli Collinare”, AAS n.4 “Medio Friuli” e AAS n.5 “Friuli Occidentale” a convenzione e da privati per residenzialità, centro diurno, emergenze, attività e sollievi.

- Il lascito testamentario, ancora sfitto, nel 2016 ci ha costretti a saldare l’ipoteca ancora in essere pagando alla Banca di Cividale circa €. 40.000,00, comprese le spese giudiziali. Naturalmente le spese per l’IMU di €. 1.424,00 annue e per l’IRES di €. 902,63 continuano a gravare sulle finanze de La Pannocchia-

Le rette sono riuscite a coprire abbastanza i costi di gestione della Comunità (costi assistenziali della Coop. FAI per €. 425.377,48 a fronte della fornitura di circa n.21.500 ore per l’assistenza, oltre a €. 79.826,68 per spese di pulizie. I costi di vitto, detersivi, luce, acqua, gas e telefono sono pari a €. 505.204,16. Il personale dipendente costa inoltre all’associazione €. 59.265,71.

I pasti, forniti dalla ditta Sodexo srl hanno un costo globale di circa 41.000,00 €uro, cioè €uro 115,00 al giorno.

L’associazione ha creato vari posti di lavoro per gli abitanti dell’Ambito del Medio Friuli dal 2001 al 2016 con un turn-over accettabile, ha assunto tre persone come dipendenti propri e ha stipulato una convenzione con la Coop. sociale FAI di Pordenone per la fornitura dei servizi assistenziali per i quali sono necessari n.14 operatori.

Bertossi Lisetta


Donaci il 5 per mille

Nel CUD, modello 730 o UNICO: firma nel riquadro “Sostegno delle organizzazioni non lucrative ...”
Inserisci il codice fiscale dell'associazione: 94054880300


Downloads

Il trimestrale dei nostri ragazzi. (Ultima uscita marzo 2017)


Bomboniere solidali

Realizziamo bomboniere di vari tipi e per varie occasioni


Seguici su Facebook

Logo di FacebookLa nostra pagina su Facebook!


Link utili

Siti informativi, Associazioni di volontariato o Centri per disabili, Siti istituzionali, Altri