Programma attività 2017

La nostra associazione attualmente conta 140 soci di cui 60 volontari attivi.

Le iniziative già consolidate negli anni passati sono state proposte ripetutamente fino a diventare routine e fanno ormai parte della quotidianità.

L’edificio ricevuto come lascito testamentario è ancora sfitto. A luglio 2015 è stata riscattata l’ipoteca alla Banca di Cividale. La nostra quota è stata di circa €. 40.000,00 senza molte speranze di riscuotere il credito. Abbiamo intenzione di ristrutturarlo per ampliare gli spazi disponibili a favore dei disabili, ma prima di iniziare i lavori di ristrutturazione, dobbiamo attendere alcune informazioni esplicative.

Alla fine dell’anno scorso si è costituito un Comitato (C.O.P.S.) tra associazioni che si occupano di residenzialità e centri diurni per mantenere sempre la difesa delle esigenze fisiche e psichiche dei disabili e delle loro famiglie (supporto di socializzazione e inserimento sociale nella comunità, organizzazione di soggiorni marini e/o montani per sollievo alle famiglie, eliminazione delle barriere architettoniche ed interventi riabilitativi, se necessari), presso il Polo Sanitario locale, le Pubbliche Amministrazioni, o dove sia necessario.

Il progetto “A caccia di Farfalle” del 2016 è risultato essere un progetto vincente. Si è visto che le famiglie, stanche ed invecchiate, a volte in numero ridotto di componenti, hanno bisogno di supporti da parte di persone qualificate che diano loro indicazioni su comportamenti corretti da tenere con i propri figli. La d.ssa Raffaella Snaidero conduce l’attività ed ha deciso di avviare un secondo gruppo di ascolto per familiari e volontari.

La prima parte del progetto “Giardino segreto con percorsi sensoriali” è stato terminato con ottimi risultati, sia di immagine sia di gradimento da parte degli utenti. Quest’anno si vuole sviluppare una seconda parte artistica, con altri elementi dipinti e dettagli correlati ad esso: Il Laghetto sarà dipinto tra le finestre che fungeranno da acquari con pesci fantastici, volatili e insetti, nuove piante da fiore con particolari in ceramica, sonaglini musicali, cestini e nidi per gli uccelli appesi agli alberi, grandi faggi sul prato interno.

Sperimentare i ritmi della natura  è un nuovo progetto durante lo svolgimento del quale si cercherà di interessare i ragazzi e coinvolgerli con attività divertenti e diverse dall’usuale. Un altro progetto nuovo è “Alla scoperta delle emozioni” seguito dalla psicologa, da un’operatrice e dall’educatrice per imparare a riconoscere e gestire le emozioni, proprie e degli altri, creando un clima più sereno.

Si è deciso di continuare il laboratorio di legno, con l’insegnante volontario che aiuta i ragazzi a scoprire il piacere di manipolare il legno, per realizzare un Presepio all’aperto, la Natività sotto l’ulivo con sagome in compensato marino di cm 140 disposte sul prato antistante la struttura per il prossimo Natale.

Nel 2017 l’associazione continua la gestione della Comunità Residenziale “Una Finestra sul Futuro – Dopo di noi”. Si useranno le schede SIS, come richiesto dall’AAS n.3, per definire le necessità assistenziali degli ospiti e programmi educativi individualizzati (PEI) specifici per gli ospiti in essa accolti, cercando di implementare e consolidare le loro autonomie personali e sociali anche se la crisi economica ci spinge a ridurre i costi dei professionisti. I criteri di valutazione scelti dall’AAS n.3, schede SIS, sono diversi da quelli utilizzati in passato, ma con un corso specifico organizzato dal C.O.P.S. speriamo di rimettere in linea e riadattare quanto già elaborato.

La lista di attesa per le accoglienze è nutrita, però l’Azienda n. 3 non si tira indietro per quanto attiene il sostegno alle famiglie e paga a noi ed agli altri membri dei COPS rette eque. La convenzione firmata l’anno scorso è stata reiterata per un altro anno, fino a febbraio 2018. nel frattempo si cercherà di ottenere l’accreditamento in Regione.

La gestione della cucina, ancora affidata alla ditta Sodexo srl che ci fornisce i pasti a catering, è in attesa di soluzioni migliori a breve: aspettiamo ancora un momento..

La collaborazione in rete con i servizi sociali dei comuni dell’Ambito e tutte le Istituzioni, utile per gli scopi statutari dell’associazione, il benessere dei disabili e delle loro famiglie, mette inoltre a disposizione altre risorse umane e di mezzi oltre alle nostre e ci permette di utilizzare in sinergia quelle offerte dagli altri servizi presenti sul territorio.

La collaborazione dell’anno scorso con la scuola primaria di Bertiolo, Le Risultive, è stata buona, ha dato la possibilità di ottenere un maggiore impatto per il lavoro svolto dai disabili che sono stati maestri per qualche giorno, insegnando agli scolari come realizzare oggetti artistici. Anche quest’anno i nostri ospiti lavoreranno con le scuole primarie di qualche comune dell’Ambito.

Alcune delle attività che hanno riscosso successo in passato a La Pannocchia, sono riproposte per il 2017:

Favorire la socializzazione dei disabili li porterà a conoscere e farsi conoscere sul territorio attraverso attività motorie, quali Yoga, piscina, DanceAbility, attività motorie integrate con il gioco, ginnastica dolce, cyclette, moto-med e tapis roulant; attività sociali come “riunione di condominio”, Impariamo a comunicare, per ridurre gli attriti tra ospiti con il supporto della psicologa Snaidero, frequenza organizzata al mercato settimanale di Codroipo, partecipazione a concerti e teatro, discoteche e cinema, incontri conviviali anche presso Archè, l’oratorio di Codroipo, feste di compleanno, gite in località varie, soggiorni differenziati in località montana, marina o didattiche con visite culturali a musei. Nelle manifestazioni di tipo ricreativo, culturale e sportivo che si svolgono sul territorio dell’Ambito del Medio Friuli, si organizzeranno incontri aperti a tutti gli associati e impostati in modo che sia prevalentemente favorita la partecipazione delle persone disabili.

“Cura di sé”, routine, è importante per imparare a rilassarsi in piccolo gruppo, lasciandosi toccare con fiducia dagli altri. L’igiene dentale che era determinata dal bisogno di pulizia del cavo orale, si è trasformata in routine ed è seguita solo dagli operatori, salvo verifica da parte di un dentista al bisogno.

Per quanto attiene i laboratori d’arte, questi saranno seguiti dalle operatrici per lavoretti di oggettistica (stuoini, ceramiche, tegole, mosaici, monili), anche a richiesta per bomboniere solidali.

Si ripeterà anche danceability nel primo semestre, piacere in musica e movimenti liberi tra disabili e normodotati sotto la direzione di Minette della coop. sociale FAI e con la partecipazione di volontari.

Il laboratorio di ACC pet-terapia con i cani di Ornella e della Protezione civile, quest’anno sarà dedicato principalmente ai diurni nel primo semestre dell’anno, salvo uscite per avvenimenti speciali.

Anche il laboratorio di uso del denaro, “Euroautonomia”, ora routine; é molto amato dagli ospiti residenziali perché possono spendere piccole cifre per sé in autonomia. Gli acquisti mirati in area protetta, con quasi totale libertà, possono essere riferiti a un giornale, un prodotto per l’igiene, un profumo, ecc.

Quando possibile, i residenziali sono divisi in due o più gruppi per favorire l’attività in piccolissimo gruppo.

Si prosegue con il laboratorio di Giornalino, pubblicazioni trimestrali di articoli scritti o dettati dai ragazzi, dagli operatori e dai volontari. Un operatore si occupa di seguire le rubriche, mentre un volontario si occupa dell’impaginazione. La stampa del giornalino a colori è stata affidata ad una ditta di Padova (PixArt Printing) con buoni risultati.

Il laboratorio di Photographia, avrà uno spazio proprio, dando la possibilità di riordinare tutte le foto stampate e non, con senso logico (cronologico, ad argomenti, di attività, di uscite o gite, ecc.). Per i protagonisti delle foto sarà un piacere poter guardare liberamente le loro immagini e costruire calendari, album o altro.

Per gli ospiti residenziali, i laboratori Curo il mio guardaroba e Casa mia, permette loro di occuparsi del proprio ambiente, ciò che interessa loro di più e di personalizzarlo, seguiti da vicino dagli  operatori di riferimento.

Anche l’attività di cake design e cucina sarà eseguita ogni settimana o, occasionalmente, per eventi particolari e sarà di esclusivo utilizzo dei residenziali per preparare torte e dolci non dietetici con giochi d’arte e decorazioni interessanti, facili da fare, belle da vedere e buone da mangiare.

L’attività Facciamo la Radio, iniziata con alcuni volontari in settembre 2016, prosegue per l’alto gradimento dimostrato dai partecipanti.

Siamo stati contattati da un gruppo sportivo che si occupa di rugby; verificheremo se potrà essere praticato dai nostri ragazzi.

Alcuni ospiti e volontari parteciperanno anche quest’anno al Progetto SuperCoro, gestito da Il Mosaico, in collaborazione con il CSRE di Codroipo nella locale scuola di musica.

Il corso di percussioni, con Drum Circle gestito da Andreutti Stefano, è stato momentaneamente sospeso per dare spazio ad altri progetti.

Vorremmo ampliare lo spazio per i residenziali, secondo le richieste sempre più pressanti che si ricevono per le emergenze e accoglienze di sollievo.

Il Presidente

Bertossi Lisetta


Donaci il 5 per mille

Nel CUD, modello 730 o UNICO: firma nel riquadro “Sostegno delle organizzazioni non lucrative ...”
Inserisci il codice fiscale dell'associazione: 94054880300


Downloads

Il trimestrale dei nostri ragazzi. (Ultima uscita marzo 2017)


Bomboniere solidali

Realizziamo bomboniere di vari tipi e per varie occasioni


Seguici su Facebook

Logo di FacebookLa nostra pagina su Facebook!


Link utili

Siti informativi, Associazioni di volontariato o Centri per disabili, Siti istituzionali, Altri