Relazione al bilancio 2017

Il Bilancio consuntivo dell’esercizio 2017 mostra variazioni nelle cifre dei beni strumentali perché si è deciso di eliminare quelli non più in uso e sono stati acquistati alcuni elementi informatici, quali PC, stampanti o altro, per la nuova dipendente amministrativa, Diana.

Presso la Banche i saldi sono attivi, è stato restituito quasi interamente il mutuo (pari a 91 rate su 96), acceso presso la ex Banca di Credito Cooperativo della Bassa Friulana (ora Prima Cassa) a copertura finanziaria dell’impianto fotovoltaico. La situazione economica è positiva, nonostante la crisi economica generale che ha portato ad una diminuzione delle entrate e dei contributi sia pubblici sia privati. Continua ad essere erogato il contributo per l’impianto fotovoltaico dal GSE, quest’anno per €. 8.124,06.

I crediti vs/AAS n.3,4,5, Comuni e privati sono pari a €. 172.345,05 e si riferiscono alle prestazioni di accoglienza, attività, sollievo ed emergenza di ottobre novembre e dicembre.

Il totale dei beni di proprietà de La Pannocchia ammontano a €. 2.210.592,90. Rispetto all’esercizio precedente, è stato acquistato un computer e sono stati eliminati beni per quasi €.30.000,00, fra cui quelli presso i Nuovi Cittadini.

Il valore degli arredi e attrezzature, beni di proprietà della Pannocchia ed in uso ai ragazzi

 del CSRE, di circa €. 15.000,00 in origine, saranno regalati nel 2018 ai ragazzi disabili che frequentano il CSRE di Codroipo.

L’archivio esistente sarà trasformato in ufficio e un altro ufficio amministrativo per la gestione contabile amministrativa sarà costruito ex-novo con l’apertura di una finestra che darà sul lato ovest.

Tra i Crediti diversi non sono iscritti quelli relativi ai contributi richiesti ai comuni per i soggiorni estivi 2017 perché già erogati per €. 8.591,28, oltre ai €.10.000,00. Ci sono risconti attivi delle assicurazioni per €.3.376,39.

Nelle passività, la voce Fondo Spese per Costruzione, arredi e attrezzature per “Una Finestra sul Futuro” di €uro 1.501.754,61 è pari ai contributi erogati dal Ministero L.162/98, dalla Regione, Provincia e dai Comuni per la costruzione della struttura, approvata da tutti i partecipanti e di proprietà dell’associazione; esso costituisce una riserva intoccabile.

I fondi per beni strumentali sono dati dalle quote calcolate sull’eccedenza tra l’importo delle varie attrezzature acquistate ed i contributi pubblici ricevuti; si prosegue l’ammortamento della struttura e dei mobili e attrezzature per la Comunità residenziale per €. 21.939,65.

I debiti verso fornitori ancora da pagare sono di €uro 55.519,79 relativi a spese per servizi assistenziali, di ristorazione e pulizie, riscaldamento, luce, telefono e varie di dicembre. Quelli verso dipendenti e Enti contributivi sono pari a €uro 13.941,82, anch’essi relativi al mese di dicembre 2017 e comprensivi dei ratei per il 2017.

Il patrimonio netto di €. 485.806,20 é dato dalla somma algebrica dei risultati di gestione dal 1996 al 2016 compresi.

Il risultato di gestione 2017 é positivo per €. 15.093,85, nonostante la somma pagata alla Banca di Cividale in quota parte con gli altri eredi per la chiusura di un debito pregresso, relativo all’immobile del lascito testamentario, e del credito precedente di €.35.570,14 considerato non recuperabile.

Nel corso del 2017 si sono percorsi circa km. 20.500 per trasporti degli ospiti a casa, ai vari centri diurni, per uscite ludiche e per soggiorni organizzati.

Le entrate nel 2017 sono state:

  •  quote associative con integrazioni varie, pagate dai familiari degli ospiti e da associati volontari pari a €.1.495,00.
  • contributi da privati, ditte, banche, associazioni per €. 31.508,76, dal 5 per mille dell’IRPEF di €. 13.130,86 e da Enti Pubblici (Comuni) per €.18.591,28. I servizi sociali dei comuni dell’Ambito ci hanno erogato il contributo concesso a supporto dei soggiorni organizzati dall’associazione nel 2017 (pari a €.8.591,28), oltre alla quota del 2016 per €. 10.000,00.
  •  Il 5 ‰ dell’IRPEF 2015, pari a 13.130,86 €. ci è stato accreditato in agosto. Esso, è stato destinato dal Consiglio Direttivo a copertura di una parte del costo del personale (dicembre, tredicesima, TFR liquidato, contributi di dicembre per €.8.446,66), a parziale saldo della fattura della referente della FAI per €.1.200,00, a copertura di due fatture della psicologa Snaidero per €. 1.120,09; €.112,63 sono stati utilizzati per la Festa di Natale degli ospiti presso la struttura.
  • Il GSE nel corso dell’anno 2017 ci ha accreditato in banca €. 8.124,06 per l’impianto fotovoltaico, grazie ai tanti giorni sereni nell’anno.
  • iniziative dell’associazione per €. 21.129,24; le somme ricavate dalla Festa per la 25* Giulietta e Romeo, festa di Inizio Estate e S. Simone, mercatini natalizi e la Festa di Natale sono servite a finanziare alcune iniziative a favore dei ragazzi (feste speciali, incontri conviviali e musicali, soggiorni vari, attività motorie diverse, piscina all’aperto, percussioni, legno, mosaico, pittura e ceramica, oggettistica, ecc.).
  • rette per €.669.897,02 per le accoglienze nella struttura, pagate da A.A.S. n.3 “Friuli Collinare”, ASUIUD “Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Udine” e AAS n.5 “Friuli Occidentale” a convenzione oltre a privati per residenzialità, centro diurno, emergenze, attività e sollievi.
  • Il lascito testamentario, sempre sfitto, nel 2017 ci ha costretti a concordare una somma da versare alla Banca di Cividale per chiudere un debito creato dalla Banca di Cividale nel 2012, cioè dopo la morte della Sig.ra Cordovado Angelina, per €. 6.637,20 (15000,00 € in quota parte con gli altri eredi). Naturalmente le spese per l’IMU di €. 1.424,00 annue e per l’IRES di €.644,00 continuano a gravare sulle finanze de La Pannocchia.
  • Le rette sono riuscite a coprire abbastanza i costi di gestione della Comunità (costi assistenziali della Coop. FAI per €. 431.902,94 a fronte della fornitura di circa n.23.500 ore per l’assistenza, oltre a €. 90.907,90 per spese di pulizie, i costi di vitto, detersivi, luce, acqua, gas e telefono. Il personale dipendente dell’associazione costa altri €.64.657,06.

I pasti, forniti dalla ditta Sodexo srl hanno un costo globale di circa 43.750,89 €uro.

L’associazione ha creato vari posti di lavoro per gli abitanti dell’Ambito del Medio Friuli dal 2001 al 2017, ha assunto quattro persone come dipendenti propri e ha stipulato una convenzione con la Coop. sociale FAI di Pordenone per la fornitura dei servizi assistenziali per i quali sono necessari n.14 operatori.

Dino Pontisso, Presidente



Donaci il 5 per mille

Nel CUD, modello 730 o UNICO: firma nel riquadro “Sostegno delle organizzazioni non lucrative ...”
Inserisci il codice fiscale dell'associazione: 94054880300


Downloads

Il trimestrale dei nostri ragazzi. (Ultima uscita giugno 2018)


Bomboniere solidali

Realizziamo bomboniere di vari tipi e per varie occasioni


Seguici su Facebook

Logo di FacebookLa nostra pagina su Facebook!


Link utili

Siti informativi, Associazioni di volontariato o Centri per disabili, Siti istituzionali, Altri